Stanchezza

L’Encefalomielite Mialgica Benigna è una patologia altamente invalidante di origine infiammatoria, che coinvolge cervello e midollo spinale.

Essa causa astenia e affaticamento cronico così intensi da impedire a chi ne è affetto di svolgere le normali attività quotidiane o anche semplicemente di alzarsi dal letto.

Questa astenia non è alleviata dal riposo e si amplifica con piccoli sforzi.

L’Encefalomielite Mialgica Benigna comporta inoltre:

  • disturbi alla concentrazione e alla memoria a breve termine
  • cefalea
  • dolori articolari
  • mal di gola persistente
  • sintomi simil-influenzali
  • disturbi del sonno
  • ipersensibilità a cibi, odori, prodotti chimici o farmaci
  • intolleranza ortostatica
  • tachicardia
  • intolleranza al freddo e ai rumori
  • disturbi gastrointestinali, respiratori e genitourinari.

Molti sintomi sono comuni alla Fibromialgia e le due patologie spesso si sovrappongono.

Nella maggior parte dei casi, le persone affette da questa patologia perdono la capacità di svolgere le normali mansioni quotidiane, lavorative e di studio, si ritrovano escluse dalla vita sociale e questo isolamento può portare ad ulteriori gravi conseguenze.

Anche per questa patologia non esiste una cura specifica.

Di seguito pubblichiamo i Criteri Internazionali di Consenso elaborati da una Commissione Internazionale di Consenso, composta da clinici, ricercatori, docenti universitari ed esponenti dei pazienti, in rappresentanza di tredici Paesi e diverse specializzazioni.

Encefalomielite mialgica – Criteri Internazionali di Consenso

 

Le Cure:

ANFISC ha voluto aprire nuovi orizzonti alla medicina alternativa e alle varie discipline fisiche a seguito delle esperienze raccolte dagli ammalati, che hanno potuto verificarne la validità attraverso il miglioramento del proprio quadro clinico. Di fatto queste conferme le troviamo nei vari studi americani e internazionali.

In Italia ci sono almeno un milione di malati che aspettano l’adeguamento delle strutture ospedaliere alle loro esigenze e un efficace protocollo di ricerca e di cure, già presente ad esempio negli Stati Uniti e in Canada.

La nostra Associazione, anche attraverso l’Ambulatorio Universitario di Verona, promuove:

 

  • la ricerca di nuove possibili terapie non farmacologiche;
  • l’utilizzo delle discipline naturali;
  • la ricerca e lo studio per individuare l’eziologia della patologia e cure mirate ed efficaci per migliorare la qualità di vita dei malati;
  • il sostegno psicologico, fondamentale per imparare ad accettare e a convivere con una malattia dolorosa cronica e invalidante.

A.N.FI.S.C. Onlus ha dato vita a Verona al Centro di riferimento per la Fibromialgia e CFS/ME presso l’Ambulatorio di terapia Antalgica, Università di Borgo Roma a Verona.

Centro di Riferimento per la fibromialgia e CFE/ME